Diplomati magistrali: un contentino per gli esclusi dalle GAE

 

All’ultimo momento, tra gli emendamenti inseriti nella legge di stabilità 2018 attualmente in via di approvazione definitiva in Parlamento, è stata inserita una disposizione che ha tutto il sapore di un ‘contentino’ per i vecchi diplomati magistrali, esclusi poche ore fa dalle graduatorie ad esaurimento.

Ai diplomati magistrali ante 2001-02, illusi per un facile inserimento in GAE e delusi dalla recente sentenza del Consiglio di Stato, è stata offerta infatti la possibilità di riciclarsi come educatori professionali socio-pedagogici, una qualifica di recente istituzione destinata ad assumere un ruolo importante all’interno del sistema educativo italiano.

I vecchi diplomati magistrali, se vorranno, potranno frequentare, a proprie spese, un corso intensivo di formazione presso le università, acquisendo una qualifica professionale che consentirà loro di partecipare ad appositi concorsi.

Questo il testo dell’emendamento:

“333-septies. In via transitoria, acquisiscono la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico, previo superamento di un corso intensivo di formazione per complessivi 60 crediti formativi universitari nelle discipline di cui al comma 333-ter, organizzato dai dipartimenti e dalle facoltà di scienze dell’educazione e della formazione delle università anche tramite attività di formazione a distanza, le cui spese sono poste integralmente a carico dei frequentanti con le modalità stabilite dalle medesime università, da intraprendere entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, coloro che, alla medesima data di entrata in vigore, sono in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  1. inquadramento nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;
    2. svolgimento dell’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro ovvero autocertificazione dell’interessato ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
    3. diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale.

FONTE : “TUTTOSCUOLA”     22.12.207

 



Condividi!

Facebook