NoiPA: come è cambiato l’accesso all’area personale

In funzione già da sabato, il nuovo portale NoIPA

è stato aggiornato per garantire adeguati  standard di sicurezza informatica e affidabilità.

L’accesso all’area riservato sostanzialmente è immutato, a parte qualche piccola innovazione che non manca però di creare dubbi tra gli utenti.

ACCESSO ALL’AREA RISERVATA

Accedendo all’area riservata il form visualizzato è il seguente

In esso vanno inseriti il CODICE FISCALE E LA PASSWORD (la password non è cambiata).

Poi si legge SCRIVI IL CAPTCHA

E’ questa una delle novità introdotte nel nuovo sistema. Si tratta di un ulteriore livello di sicurezza. Il termine è l’acronimo di Completely Automated Public Turing test to till Computers and Humans Apart e serve per determinare che l’accesso è fatto da un essere umano e non da un robot.

L’utente deve semplicemente ricopiare le lettere del CAPTCHA, oppure può utilizzare il captcha ed ascoltare i caratteri alfanumerici e quindi a riprodurli.

Il pulsante  deve essere utilizzato qualora non si riescono a decifrare distintamente i caratteri del captcha già impostato, e si rende necessario riprovare nuovamente. Richiedere il nuovo Captcha non compromette la funzionalità del sistema, si può solo impiegare un paio di minuti in più per accedere al sistema.

NUOVE FUNZIONALITA’: Accesso con CNS o SPID

CNS è la Carta Nazionale dei Servizi.

SPID è l’identità digitale (il personale della scuola la conosce perché é una delle modalità per accedere al portale Carta del docente per il bonus 500 euro per l’autoformazione e l’aggiornamento).

Naturalmente l’accesso con queste modalità è alternativo: o si utilizza normalmente Codice fiscale + password + captcha oppure si entra con CNS oppure con SPID.

Una volta completato il form, si clicca su login e si accede alla pagina personale, che contiene le consuete informazioni.

ACCESSO DAL CELLULARE

Alcuni utenti lamentano di non riuscire ad accedere tramite captcha dal cellulare (nessun malfunzionamento invece da pc o tablet). Probabilmente nei prossimi giorni questi inconvenienti potranno essere chiariti.



Condividi!

Facebook

Potrebbero interessarti anche...