Mobilità docenti religione cattolica : domande dal 13 aprile al 16 maggio 2018

Lo scorso 9 marzo il Ministero dell’istruzione ha emanato, oltre all’ordinanza per il personale docente, educativo e ATA, l’ordinanza relativa alla mobilità degli insegnanti di religione cattolica. Tali domande possono essere presentate dagli interessati dal 13 aprile al 16 maggio 2018. Anche in questo caso, si tratta di una proroga dello scorso contratto.

Le scadenze

Le scadenze per le operazioni di mobilità (territoriale e/o professionale) sono le seguenti:

– Presentazione delle domande: dal 13 aprile al 16 maggio 2018

– Revoca delle domande: 18 giugno 2018

– Invio domande da parte del DS all’USR: 16 maggio 2018

– Comunicazione da USR alla scuola di servizio del punteggio assegnato: 4 giugno 2018

– Pubblicazione dei movimenti: 30 giugno 2018

– Intesa sulla sede di utilizzazione: 6 luglio 2018

Le domande

Ricordiamo che possono essere espressi fino ad un massimo di 5 diocesi su due regioni (compresa quella di appartenenza);

La scelta potrà avvenire per la diocesi e non per la sede;

L’Ufficio Scolastico Regionale formularà una graduatoria regionale articolata per ambiti territoriali diocesani di tutti i docenti di religione di ruolo; tale graduatoria sarà utilizzata per individuare l’eventuale personale che risulta soprannumerario sulla singola istituzione scolastica.

Le graduatorie regionali

Le scadenze per le operazioni relative alla graduatoria regionale su base diocesana sono:
  • Termine ultimo di presentazione della scheda: 29 maggio 2018
  • Invio della documentazione da parte dei DS ai Direttori regionali per la predisposizione della graduatoria regionale su base diocesana (per la individuazione dei soprannumerari): 29 maggio 2018
  • Dichiarazione di eventuale cessazione dell’attività di assistenza al familiare disabile: 18 giugno 2018
  • Predisposizione graduatoria regionale su base diocesana: 15 giugno 2018

Lo Snadir ricorda che l’utilizzazione su una sede diversa nella stessa diocesi per lo stesso settore formativo (es.: dalla sede A alla sede B nell’ambito della scuola secondaria di 1° e 2° grado; oppure dalla sede X alla sede Y nell’ambito della scuola primaria/infanzia) è regolata dal Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie (art. 27, comma 4 CCNI 11.04.2017; art. 8, comma 1 dell’O.M. n° 208 del 9 marzo 2018).
In questo caso la domanda potrà essere presentata nel mese di giugno/luglio prossimo.

Fonte : Tecnicadellascuola



Condividi!

Facebook