Mobilità annuale, Gilda interrompe la trattativa

Causa il rifiuto dell´Amministrazione di eliminare l´obbligo di convivenza con il disabile da assistere per fruire della precedenza

 

martedì 22 maggio 2018
Contratto utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: la Gilda degli Insegnanti abbandona il tavolo delle trattative. A motivare la decisione del sindacato sono stati il rifiuto dell´Amministrazione di eliminare l´obbligo della convivenza con il disabile da assistere per potere fruire della precedenza e il diniego di poter chiedere il ricongiungimento al coniuge o ai genitori.

“Da oltre un mese, cioè da quando sono iniziate le trattative, – afferma Maria Domenica Di Patre, vice coordinatrice della Gilda – la nostra delegazione aveva chiesto di eliminare il vincolo della convivenza che per noi rappresenta il nodo fondamentale. Oggi, davanti alla netta opposizione da parte del Miur, abbiamo deciso di interrompere l´incontro”.

Un punto di incontro, invece, è stato trovato per quanto riguarda l´accantonamento numerico dei posti in organico di diritto, prima di ogni altra operazione di assegnazione provvisoria e utilizzazione, per le immissioni in ruolo da concorso, da Gae e da Fit.

Nel corso della riunione è stato affrontato anche il tema dei diplomati magistrali: il Miur prevede un decreto per l´aggiornamento delle graduatorie di istituto con l´inserimento in seconda fascia, mentre per la Gilda sarebbe stata necessaria una soluzione politica nel rispetto dei diritti di tutti.

Roma, 22 maggio 2018
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti