Bussetti e la Buona Scuola: “E’ un’ottima legge”

 

 

Quali sono le idee del nuovo ministro dell’istruzione in merito alla Buona Scuola?

Alternanza scuola – lavoro

Un anno fa fu intervistato da Sempione News e in quel contesto parlò bene sia dell’alternanza scuola-lavoro, ma anche della riforma stessa, che ha definito ottima come riporta il Sole24Ore . In un’intervista a Repubblica disse: “L’alternanza scuola lavoro c’è da tantissimo tempo, il punto è che i professionali e i tecnici l’hanno subito sposata mentre i licei no, non l’avevano trovata interessante o comunque non a misura loro. E invece è giusto cominciare a guardare questa pratica con un occhio diverso, perfino per i classici.”

Compiti delle vacanze

Si è anche espresso riguardo ai compiti delle vacanze dicendo:”Se fossi un docente di scuola primaria o secondaria, non esagererei con milioni di esercizi noiosi e pesanti. Io sono d’accordo che si facciano un po’ di compiti, con intelligenza. Invece di stare tutta l’estate seduti sulla sdraio a leggere i fumetti o a giocare col cellulare, meglio essere stimolati da buone letture o attività che tengano acceso, vigile, attento, impegnato il cervello”.

Abbigliamento a scuola

Ha detto la sua anche sull’abbigliamento da tenere a scuola:”Quello dell’abbigliamento, diciamo così, disinvolto delle studentesse non è certo un’emergenza ma è importante far passare il messaggio che da un lato la scuola merita rispetto come istituzione. Ma anche che un certo modo di vestire può penalizzare loro stesse in un determinato contesto. I ragazzi, lo sappiamo tutti, rivendicano il diritto di vestirsi come vogliono. Ma a casa sarebbe importante che ci fosse una maggiore attenzione su questo”.

Vaccino papilloma virus

Infine ha commentato positivamente una campagna per promuovere la vaccinazione gratuita contro il papilloma virus per le ragazze di 11 anni:”Promuovere la partecipazione e il coinvolgimento della scuola ai programmi preventivi, in stretta collaborazione con il personale delle ASL e gli Enti Locali in un’ottica di prevenzione di fattori di rischio, rimane uno degli impegni fortemente sentiti dall’ufficio scolastico”, aveva scritto in un comunicato.

Fonte : OrizzonteScuola



Condividi!

Facebook