Diplomati magistrale, il decreto dignità in Gazzetta Ufficiale

 

Confermati i 120 giorni per eseguire le sentenze relative ai docenti con diploma magistrale inseriti in GaE e/o in ruolo con riserva

 

venerdì 13 luglio 2018
Pubblicato in data odierna in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.161 del 13-07-2018) il Decreto 12 luglio 2018, n. 87 ” Disposizioni urgenti per la dignita´ dei lavoratori e delle imprese”.

Confermato quanto preannunciato. Il decreto riporta all´articolo 4 le disposizioni in merito ai docenti con diploma magistrale inseriti in GaE e/o in ruolo con riserva:

“Al fine di assicurare l´ordinato avvio dell´anno scolastico2018/2019 e di salvaguardare la continuità´ didattica nell´interesse degli alunni, all´esecuzione delle decisioni giurisdizionali che comportano la decadenza dei contratti, a tempo determinato o indeterminato, stipulati, fino alla data di entrata in vigore del presente decreto, presso le istituzioni scolastiche statali, con i docenti in possesso del titolo di diploma magistrale conseguito entro l´anno scolastico 2001-2002, si applica, anche a fronte dell´elevato numero dei destinatari delle predette decisioni, il termine di cui all´articolo 14, comma 1, del decreto-legge 31 dicembre 1996, n. 669, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1997, n. 30; conseguentemente, le predette decisioni sono eseguite entro 120 giorni decorrenti dalla data di comunicazione del provvedimento giurisdizionale al Ministero dell´istruzione, dell´università e della ricerca”.

Come ha dicharato nei giorni scorsi Rino Di Meglio a Tecnica della Scuola, la situazione dei diplomati magistrali è complessa, in quanto coinvolge interesi contrastanti. Si auspica che intervenga al più presto un  provvedimento legislativo che salvaguardi i diritti di tutte le parti in causa.

ARGOMENTI:  precaridl 87/18,