Procedimento disciplinare contro docenti/ATA, quanto è valida testimonianza studenti?

 

E’ possibile interrogare gli alunni di una classe per svolgere un’istruttoria relativa ad un procedimento disciplinare riguardante un docente o altro personale scolastico (ATA)?

Sì, è possibile ma a determinate condizionate, come possiamo leggere dal commento del sindacalista Bartolo Danzi su dirittoscolastico.it.

Memoria

Il ricordo di un evento risulta influenzato da diversi fattori, che spesso sono legati gli uni agli altri.

Tra i succitati fattori si ricordano quelli emozionali e/o meccanismi di difesa e quelli cognitivi che possono ostacolare o facilitare il recupero dei ricordi medesimi.

Quanto suddetto capita spesso quando si sottopone ad un interrogatorio un minore, nel nostro caso un alunno, soprattutto se nelle domande poste sono presenti suggerimenti e informazioni (che suggestionano il minore) tendenti ad alterare il ricordo medesimo.

Suggestionabilità del Minore

I minori sono particolarmente suggestionabili da 8/9 anni sino a 15/16 anni, per cui a tale età sono portati a modificare i ricordi, a rimuovere o aggiungere dei  particolari importanti, a costruire ricordi non veritieri.

La suggestionabilità del minore (con suggerimenti e informazioni tendenziose) aumenta in presenza di un adulto rivestito d’autorità, come nel caso di un dirigente scolastico che interroga, come detto all’inizio, uno studente per svolgere un’indagine riguardante un procedimento disciplinare a carico di un docente o di altro personale scolastico.

Come procedere

Nel caso in cui un dirigente scolastico debba interrogare degli studenti minorenni, deve seguire determinate modalità affinché la loro testimonianza sia libera da condizionamenti e credibile.

Di seguito alcuni suggerimenti:

  • ascoltare gli studenti singolarmente;
  • ascoltare gli studenti alla presenza di esperti;
  • ascoltare gli studenti alla presenza dei genitori;
  • ascoltare gli studenti ponendo domande libere e non “orientate”.

FONTE : ORIZZONTESCUOLA



Condividi!

Facebook