L’Assemblea sindacale è un DIRITTO ! Al rientro a scuola NESSUNA DOCUMENTAZIONE

L’assemblea sindacale è un diritto

Come stabilisce l’art. 23 del CCNL 2016/2018 , i  dipendenti ( sia quelli a tempo indeterminato , sia i supplenti temporanei ) hanno diritto a partecipare ad assemblee sindacali  durante l’orario di lavoro  per 10 ore pro capite ogni anno ( ore calcolate sulla base dell’orario individuale di quella giornata  ) , indette

o dalle Organizzazioni sindacali

o dalla RSU nel suo insieme ,

o da un delegato RSU congiuntamente a una o più organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL

per trattare uno specifico ordine del giorno prestabilito  e attinente alle problematiche lavorative , senza nessuna decurtazione della retribuzione .

Il personale non deve presentare , al rientro a scuola , nessuna documentazione che attesti la  sua presenza all’assemblea .
Quante assemblee si possono indire nella stessa scuola in un mese  e quante ore  possono durare
Nella stessa scuola , non possono essere tenute più di due assemblee  in un mese .

Si svolgono all’inizio o al termine delle attività didattiche che non coincidano , però, con gli esami  o con gli scrutini finali, nonché con le operazioni che ne costituiscano il prerequisito.

Quelle del personale ATA si possono svolgere in orario non coincidente con quello stabilito per il personale docente, quindi ci possono essere ,  in un mese ,  due assemblee per i docenti e due per gli ATA.

La durata massima, a livello di singola scuola è di 2 ore comprensive dei tempi di spostamento ( ad es. da un plesso all’altro ) a livello provinciale o regionale è la contrattazione integrativa regionale che stabilisce la durata massima ( di solito per quella provinciale 3 ore , per quella regionale 4 ore ) .

Le modalità con le quali avviene la comunicazione al personale

Il Dirigente scolastico è tenuto, con circolare interna, contestualmente con l’affissione all’albo nello stesso giorno in cui è pervenuta , ad avvisare il personale interessato il quale dovrà dichiarare l’adesione o no  ( senza possibilità di revoca ) entro un termine stabilito dalla contrattazione interna di Istituto o dal DS , termine ritenuto congruo per l’organizzazione oraria di quella giornata.

Il docente che aderisce non deve essere sostituito ( il Dirigente sospende le attività didattiche delle classi i cui docenti hanno deciso di partecipare, avvertendo le famiglie interessate e disponendo eventuali adattamenti orari ) .

Per le assemblee in cui è coinvolto il personale ATA , se la partecipazione è totale , la contrattazione d’istituto  stabilirà la quota e i nominativi del personale tenuto ad assicurare i servizi essenziali.



Condividi!

Facebook