Il diritto alla DISCONNESSIONE , così come indicato nel CCNL 2016/2018, una conquista ?

 

 

Nel CCNL 2016/2018 si riconosce il diritto alla disconnessione , vale a dire non essere obbligatoriamente ” legati “,  senza limiti temporali , PER VIA TELEMATICA ,  alle comunicazioni  della scuola dove si presta servizio .

L’art.22 , comma 4 c8  indica come oggetto di contrattazione integrativa   a livello di istituzione scolastica ed educativa  ,”  i criteri generali per l’utilizzo di strumentazioni tecnologiche di lavoro in orario diverso da quello di servizio , al fine di una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare.”

Quindi , se il Dirigente Scolastico dovrà inviare una mail al di fuori dell’orario di servizio (naturalmente  di carattere generale), questo invio  dovrà essere effettuato secondo quanto contrattato dalla RSU d’Istituto.

Può sembrare una conquista , ma non dobbiamo dimenticare :

1 )  il comparto istruzione è l’unico  in cui i  i docenti saranno costretti ad utilizzare strumenti tecnologici al di fuori dell’orario e senza alcun compenso;

2)  inoltre,  essendo demandata l’individuazione dei criteri alla contrattazione d’Istituto, ogni scuola fisserà criteri diversi, cagionando così grave disparità tra i docenti.

Consiglio : 

inserire nella contrattazione d’Istituto la seguente dicitura: “I criteri alla connessione saranno riferibili  ai docenti solo quando i medesimi saranno dotati di strumenti tecnologici con connessione ad internet e sarà quantizzato  il relativo compenso orario”.

 

 



Condividi!

Facebook