Concorsi scuola, Bussetti vuole modificare o abolire il Fit, ma per ora non c’è nessun provvedimento in discussione

Nelle ultime settimane, in diverse occasioni, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha affermato di voler cambiare il reclutamento dei docenti, attraverso importanti modifiche, se non una completa abolizione del percorso Fit, introdotto con il decreto legislativo 59 del 13 aprile 2017.

Allo stato attuale, bisogna anche aggiungere che non è previsto o annunciato alcun intervento normativo per modificare la situazione esistente in tema di reclutamento dei docenti. Per quello che sappiamo oggi, il Fit è l’unico modo per diventare insegnanti.

I vincitori dell’ultimo concorso, riservato ai docenti abilitati, saranno assunti nel 2019 e faranno il terzo ed ultimo anno di Fit. Il prossimo concorso di questo tipo dovrebbe essere bandito a primavera del 2019 – se  non ci saranno ripensamenti o ritardi -, e dovrebbe portare all’assunzione in ruolo dei candidati nel 2020 non si sa ancora con quali regole.

Se dovesse ancora valere quanto previsto dai precedenti governi, il prossimo concorso dovrebbe riguardare i laureati non abilitati con almeno 36 mesi di servizio negli ultimi otto anni, e i vincitori dovrebbero accedere ai tre anni di Fit – se varranno ancora le regole attuali.



Condividi!

Facebook