Quando si può chiedere il trattenimento in servizio oltre il compimento dell’età pensionabile

Il Trattenimento in servizio è un istituto che consente ai dipendenti pubblici e quindi anche lal personale della scuola di rimanere in servizio oltre il compimento dell’età pensionabile ( 66 anni e 7 mesi  ) .

Prima del decreto legge  sulla Riforma della Pubblica Amministrazione (Dl 90/2014), il dipendente pubblico era nella possibilità di chiedere e ottenere il trattenimento per un biennio , dopo , con la sopra indicata riforma,  è stato abolito tale istituto, pertanto l’amministrazione deve provvedere alla collocazione a riposo  del dipendente .

ci sono due eccezioni :

1 ) il mancato raggiungimento del contributo minimo ( 20 anni ) e , in questo caso si può chiedere il trattenimento in servizio fino all’età massima di  70 anni ( da adeguare alla stima della vita )

2 ) il personale della scuola impegnato in innovativi e riconosciuti progetti didattici internazionali svolti in lingua straniera, in base all’art. 1 comma 557  della Legge 208/2015 e alla Legge di Bilancio 2018 comma 630 il trattenimento da biennale  diventa trienniale :

257. Al fine di assicurare continuità alle attività previste negli accordi sottoscritti con scuole o università dei Paesi stranieri, il personale della scuola impegnato in innovativi e riconosciuti progetti didattici internazionali svolti in lingua straniera, al raggiungimento dei requisiti per la quiescenza, può chiedere di essere autorizzato al trattenimento in servizio retribuito per non più di tre anni. Il trattenimento in servizio è autorizzato, con provvedimento motivato, dal dirigente scolastico e dal direttore generale dell’ufficio scolastico regionale. Dall’attuazione del presente comma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”.

Spetta al dirigente scolastico  autorizzare il trattenimento in servizio per i motivi di cui sopra.

 

 

 

 

 

 

 



Condividi!

Facebook