Concorsi scuola dell’infanzia e primaria, come avverrà l’immissione in ruolo

In questi giorni abbiamo scritto spesso del concorso ordinario/straordinario per la scuola dell’infanzia e la primaria. Oggi torniamo sull’argomento per spiegare un aspetto che lega i due concorsi (che è anche una domanda ricorrente tra chi ci telefona in sindacato). Come avverrà il passaggio in ruolo?

Nelle immissioni in ruolo, ai concorsi, va riservato il 50% dei posti in ruolo. Questo significa che al concorso straordinario spetteranno il 25% delle immissioni, mentre un altro 25% andrà al concorso ordinario – che ricordiamo verrà bandito solo nelle regioni in cui le graduatorie del concorso 2016 siano esaurite o comunque con pochi aspiranti al ruolo.

Per rendere più chiaro il quadro aggiungiamo che la graduatoria del concorso ordinario dovrebbe avere validità biennale – usiamo il condizionale perché la validità del concorso ordinario 2016 è stata aumentata di un anno. Un altro elemento da tenere in considerazione è che le graduatorie ad esaurimento in diverse regioni potrebbero essere vuoto o composte da pochi elementi – e quindi aumenterebbe la percentuale di immissioni in ruolo che spetterebbe alle graduatorie dei due concorsi.



Condividi!

Facebook