Uso corretto e consapevole del web : dal MIUR nuova campagna per studenti , famiglie e docenti

 

 

Il MIUR ha presentato a Verona  , nei giorni scorsi ,  al “Job & Orienta”   una nuova campagna per usare consapevolmente il web da parte di studenti. famiglie e docenti. Iniziata a fine Novembre finirà a Dicembre .

La campagna sarà divisa in 3 fasi , ognuna delle quali caratterizzata da hashtag e contenuti con diversi destinatari.

La fruizione sarà facile per consentire a tutti i destinatari di essere informati con un linguaggio a loro vicino .

I primi fruitori saranno i docenti e operatori della scuola con hashtag #conoscereilweb con al centro il pensiero computazionale  * 1 ) .

Sui canali social di Generazioniconnesse saranno pubblicati video cerati con il Consorzio Interuniversitario Nazionale Italiano e contenuti con Telefono Azzurro e Google .

secondi destinatari saranno gli studenti con l’hashtag #vivereilweb nel quale si parlerà di netiquette *2 ) e gestione delle amicizie in rete con decalogo per vivere correttamente il web.

I terzi destinatari saranno le famiglie e i docenti  con l’hashatag #scoprireilweb per imparare , grazie a 7 consigli utili , a riconoscere i comportamenti sospetti a causa di un cattivo uso del web.

Nell’ultima fase , sarà lanciata l’App di Generazioniconnesse  per accedere ai contenuti didattici ed educativi .

 

* 1 )  Il pensiero computazionale, in poche parole, è la capacità di risolvere un problema pianificando una strategia. Come spiega la scienziata americana Jeannette Wing, significa “pensare come un informatico, in modo algoritmico e a livelli multipli di astrazione”.

Quindi il pensiero computazionale è un processo logico-creativo che consente di scomporre un problema complesso in diverse parti, più gestibili se affrontate una per volta. Trovando una soluzione a ciascuna di esse è possibile risolvere il problema generale.

 

*2 ) È un insieme di regole informali che disciplinano il buon comportamento di un utente sul web di Internet, specie nel rapportarsi agli altri utenti attraverso risorse come newsgroupmailing listforumblogreti sociali o email in genere[1] Il rispetto della netiquette non è imposto da alcuna legge, ma sotto un aspetto giuridico, la netiquette è spesso richiamata nei contratti di fornitura di servizi di accesso da parte dei provider.

 

 

 

 



Condividi!

Facebook