Come funzionano i contributi figurativi per i dipendenti pubblici

Come chiarisce l’Inps , i contributi figurativi sono accreditati nelle Gestioni pensionistiche dei dipendenti pubblici ( scuola compresa ) senza onere .

Sono riferibili a periodi, in modo tassativo individuati a livello legislativo, durante i quali, nonostante una interruzione lavorativa o una riduzione lavorativa , viene comunque sia garantita la copertura contributiva.

Questi periodi sono calcolati sia per il conseguimento del diritto alla pensione, sia per il suo calcolo .

Nei confronti dei dipendenti pubblici, sono accreditati d’ufficio :

  • i periodi di astensione facoltativa per maternità ( congedo parentale ) ” durante il periodo lavorativo, nei casi in cui non ci sia retribuzione o , per la parte differenziale, in caso di retribuzione ridotta;
  • i periodi di assenza dal lavoro per malattia del bambino, nei casi in cui non ci sia retribuzione

Invece sono accreditati a domanda i periodi in l’assenza dal lavoro si verifica per i seguenti motivi :

  • aspettativa non retribuita per cariche pubbliche elettive ;
  • aspettativa sindacale non retribuita o fruita in misura parziale;
  • astensione obbligatoria per maternità ( congedo di maternità o di paternità) al di fuori del rapporto di lavoro

Anche per i permessi  della Legge 104  essi sono validi sia al calcolo che al diritto della pensione .



Condividi!

Facebook