Pensioni 2019, gli aumenti previsti (ma la rata di gennaio sarà più bassa)

Con il nuovo anno, i pensionati avranno un aumento del loro trattamento in media dell’1,1%. Il 100% della perequazione dovrebbe spettare agli importi fino a tre volte il trattamento minimo (ovvero fino a 1522,26 euro).

Per la fascia tra 3 e 5 volte il trattamento minimo (ovvero tra 1522,26 e 2537 euro) la rivalutazione sarebbe sarà pari al 90% della perequazione (ovvero allo 0,99%). Al di sopra di tale fascia, la rivalutazione sarà pari al 75% della perequazione (ovvero allo 0,825%).

Nonostante l’aumento, l’importo della pensione a gennaio dovrebbe essere inferiore a quella di novembre per le addizionali regionali e comunali.



Condividi!

Facebook