Stipendio docenti ed ATA gennaio 2019, ecco perché importi più alti


L’importo dello stipendio di gennaio è già visibile su NoiPA, ed è leggermente più alto rispetto a quello dei mesi precedenti.

Questo aumento non è da mettere in relazione con eventuali rinnovi contrattuali. Il contratto firmato a febbraio 2018 è scaduto alla fine dell’anno, e la trattativa per il rinnovo non è ancora iniziata (e si annuncia difficile, visto che ci sarebbero sulla carta solo 40 euro lordi).

La maggiore somma che verrà accreditata come stipendio è da correlarsi al fatto che a gennaio non ci sono più le detrazioni comunali e regionali (riprenderanno ad essere inserite a  marzo 2019).

Altro aspetto da considerare è l’elemento perequativo. Questa voce dello stipendio e prevista quando c’è un contratto scaduto che non è stato ancora rinnovato. La legge di Bilancio ha previsto il finanziamento di questa voce, che verrà pagata solo a partire dal mese di aprile.



Condividi!

Facebook