Quota 100, gli insegnanti potranno fare domanda a gennaio?


Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro in quota leghista ha rilasciato un’intervista al Messaggero in cui anticipa quelli che dovrebbero essere i contenuti del decreto su quota 100 – che secondo il leghista dovrebbe arrivare al consiglio dei ministri entro la metà del mese di gennaio.

L’esponente del governo riapre alla possibilità per i dipendenti pubblici, di poter fare domanda entro il mese di gennaio se hanno “maturato i requisiti entro il 31 dicembre scorso”, e di andare in pensione a luglio. Se fosse vero potrebbero beneficiare di questa possibilità anche chi lavora nel mondo della scuola.

Sul tema Durigon ha detto anche che lo Stato sta chiudendo con l’Abi la possibilità di ottenere subito la liquidazione per gli statali – e non quando matureranno i requisiti per andare in pensione con la riforma Fornero. I dipendenti pubblici che dovessero scegliere questa opzione dovranno però farsi carico degli interessi – che non saranno a carico dello Stato. Secondo Durigon la spesa dovrebbe essere limitata. Vedremo.

Ultima pillola, nel decreto “sarà scritto che dal primo gennaio del 2019 si potrà andare in pensione con 42 anni e 10 mesi a prescindere dall’età”, mentre “le donne nate nel 1958 e 1959 potranno lasciare il lavoro con 35 anni di contributi con il ricalcolo contributivo della pensione”.



Condividi!

Facebook