Mobilità, quale punteggio per il ricongiungimento? E per chi?

Quando si partecipa alle operazioni di mobilità, si può chiedere il ricongiungimento al coniuge, ed in subordine al figlio o al genitore – ma solo se il docente non è sposato oppure è separato (giudizialmente o consensualmente) con atto omologato dal tribunale.

Se nel comune in cui risiedono i soggetti di cui abbiamo scritto sopra, non ci sono scuole che il docente può richiedere, va indicato il comune più vicino in cui esistano delle istituzioni scolastiche richiedibili dal soggetto che partecipa alla mobilità. Per tutti i soggetti di cui abbiamo scritto nel primo capoverso, il sistema assegna sei punti.

Per altri familiari conviventi – ad esempio, una sorella – non viene riconosciuto alcun punteggio. L’eventuale altro familiare potrà essere considerato solo per altro tipo di operazione – come quelle di assegnazione provvisoria.



Condividi!

Facebook