Malattia del figlio oltre i tre anni di età: come funzionano i permessi

Se il nostro figlio ha un’età compresa tra tre anni ed un giorno e gli otto anni, ogni genitore ha la possibilità di fruire di cinque giorni come congedo per malattia del bimbo. Anche in questo caso il congedo vale per ogni anno di vita del bambino, ma a differenza di quello che abbiamo visto per il figlio fino ai tre anni, non si tratta di permessi retribuiti. Un genitore non può fruire dei giorni di congedo che spettano all’altro genitore – anche se quest’ultimo rifiuta.

Altro aspetto da tenere presente è che il congedo per malattia del bambino può essere fruito solo da uno dei genitori – e non da entrambi contemporaneamente. Tutti i periodi di congedo per malattia del bambino (compresi quelli fruiti per cui non viene corrisposta alcuna retribuzione) valgono comunque ai fini del computo dell’anzianità di servizio.

 

Leggi anche

Malattia del figlio fino a tre anni di età: come funzionano i permessi

 



Condividi!

Facebook