Legge 104, cosa accade in caso di sovrapposizione tra permessi e ferie programmate?


Il Ministero del Lavoro ha precisato con l’interpello numero 20 del 20 maggio 2016 che l’assistenza ad un congiunto disabile per cui è possibile usufruire dei permessi legge 104, sospende la fruizione di eventuali ferie programmate. Tutto nasce da un quesito: si chiede l’esatta interpretazione dell’articolo 33, comma 3, della legge 104 del 1992, in relazione alla possibilità del datore di lavoro di negare la fruizione dei permessi nel periodo di ferie programmate, in una situazione di chiusura dello stabilimento.

La risposta del ministero ha chiarito che i permessi della legge 104 hanno l’obiettivo di tutelare i diritti fondamentali della persona disabile, mentre l’istituto delle ferie, garantito dall’articolo 36 della Costituzione, ha l’obiettivo di permettere al lavoratore di recuperare energie,”corrispondendo altresì ad esigenze, anche di carattere ricreativo, personali e familiari”.

Detto questo il ministero chiarisce che la fruizione dei permessi legge 104 interrompono il godimento delle ferie, e quindi il lavoratore dvorà collocare le ferie non godute in periodo diverso – ci vuole ovviamente l’accordo con il datore di lavoro (come avviene quando ci si ammala durante le ferie).



Condividi!

Facebook