Gite/viaggi di istruzione: ci sono dei compensi per gli accompagnatori?

La finanziaria 2006 e la legge 78/2010 hanno abolito i compensi jper i docenti che accompagnavano gli alunni nei viaggi in Italia e all’estero. L’unico compenso possibile può essere attribuito a carico del fondo di istituto, in base all’art. 88, c. 2, lettera “k” che stabilisce la possibilità di retribuire con il fondo “compensi per il personale docente, educativo ed ATA per ogni altra attività deliberata dal consiglio di circolo o di istituto nell’ambito del POF”

La procedura da seguire per i compensi relativi ai viaggi di istruzione è il seguente:

  1. Il collegio dei docenti inserisce i viaggi di istruzione nel PTOF, dopo aver accertato la disponibilità del personale ad accompagnare gli alunni, con un compenso a carico del fondo;
  2. il consiglio di circolo o di istituto delibera l’attuazione dei viaggi di istruzione e la spesa relativa;
  3. la contrattazione di istituto, sulla base delle risorse disponibili, stabilisce l’entità del compenso (orario o forfettario), che viene liquidato al rientro del viaggio e – comunque – non oltre il 31 agosto (art. 6, c. 4 del CCNL).

 



Condividi!

Facebook