Concorso scuola, raddoppiano i punteggi per i precari storici


Il governo Conte sta approvando in questi giorni il decretone su reddito di cittadinanza e Quota 100. Come capitava anche con i governi passati, il decreto conterrà anche misure che poco hanno a che vedere con reddito di cittadinanza e pensioni. Come l’emendamento presentato dal leghista Mario Pittoni (a cui si sono poi aggiunti diversi parlamentari M5S): è stato approvato in commissione Lavoro e dovrebbe presto diventare legge con l’ok definitivo al decreto.

Cosa prevede? Per i prossimi concorsi, i titoli avrebbero dovuto avere un peso del 20% sulla graduatoria finale. Con l’emendamento Pittoni questo peso verrebbe raddoppiato – e quindi passare al 40%. E metà del nuovo peso sarebbe rappresentato dagli anni di precariato. La mossa sarebbe un piccolo risarcimento per la cancellazione del concorso riservato. Una mossa elettorale insomma che non so quanti precari potranno apprezzare. Meglio comunque del precedente contentino previsto dal governo gialloverde: il 10% dei posti a concorso riservati a chi aveva lavorato per almeno 3 anni negli ultimi otto nella scuola.

 



Condividi!

Facebook