Tfa sostegno, le Faq sulla selezione

Quali competenze servono per superare le prove di accesso al Tfa di sostegno?

Come stabilisce il decreto Miur del 30 settembre 2011: “La prova di accesso, predisposta dalle università, è volta a verificare, unitamente alla capacità di argomentazione e al corretto uso della lingua, il possesso, da parte del candidato, di:

a. competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola;

b. competenze su empatia e intelligenza emotiva;

c. competenze su creatività e pensiero divergente;

d. competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche”.

 

Quante prove preselettive bisognerà affrontare?

Per rispondere a questa domanda prendiamo di nuovo a prestito le parole del decreto Miur del 30 settembre 2011: “La prova di accesso è predisposta da ciascuna università e si articola in:

a) un test preliminare;

b) una o più prove scritte ovvero pratiche;

c) una prova orale”.

 

Come sarà la prova preselettiva al Tfa di sostegno?

Il funzionamento della prova selettiva è regolato dal più decreti Miur. Tutti indicano che “il test preliminare è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne individua una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 (zero) punti. Il test ha la durata di due ore”.

Quanti candidati verranno ammessi alle prove successive?

Verranno ammessi alle prove successive un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili. Bisognerebbe comunque conseguire una votazione non inferiore a 21/30. Quali altre prove dovrò superare? L’articolazione delle prove successive dipenderà dalle singole università. Quello che si può dire è che per essere ammesso alla prova orale bisognerà avere una votazione di almeno 21/30 nella o nelle prove scritte (se ci sono più prove bisognerà fare la media aritmetica dei voti presi). Le prove verteranno su una o più tematiche tra quelle che abbiamo visto sopra e non prevedono domande a risposta chiusa. Per poter finire nella graduatoria finale sarà necessario superare anche la prova orale con una votazione non inferiore a 21/30.

 

Cosa succederà al termine di tutte le prove di accesso?

Al termine di tutte le prove verrà redatta una graduatoria che sarà il risultato della somma delle votazioni prese nelle diverse prove di accesso (compresa la preselettiva), più fino a dieci punti relativi all’eventuale valutazione di titoli culturali e professionali.

 

Quando inizierà il Tfa di sostegno?

Date precise non ne abbiamo ancora. Si sa solo che dovrebbe finire entro il mese di febbraio del 2020. Si dice che le graduatorie finali dovrebbero arrivare in estate.

 

Tfa sostegno, quanto durerà il corso?

ll Tfa di sostegno ha una durata minima di almeno 8 mesi e prevede di acquisire 60 Cfu secondo questa suddivisione:

1. 36 cfu di insegnamenti disciplinari;

2. 9 cfu di laboratori;

3. 6 cfu di tirocinio diretto;

4. 3 cfu di tirocinio indiretto;

5. 3 cfu di tirocinio indiretto con le TIC;

6. 3 cfu di prova finale.

Questi crediti formativi universitari corrispondono al seguente impegno orario:

1. 288 ore di lezione relativa agli insegnamenti disciplinari;

2. 180 ore di laboratorio;

3. 225 ore di tirocinio indiretto e diretto;

4. 75 ore di tirocinio indiretto con le TIC.



Condividi!

Facebook