Ampia unita’ sindacale sulle emergenze nella scuola .Decisa la mobilitazione

 

 

Le OO SS maggiormente rappresentative della scuola ,dell’Università e della ricerca ritengono che quella attuale sia una fase straordinaria e cruciale in cui è indispensabile rilanciare con forza la valenza strategica del sistema di istruzione, rivendicando significativi investimenti per la valorizzazione delle professionalità e la stabilità del lavoro, condizioni necessarie per assicurare al Paese una scuola di qualità.

Nei prossimi giorni verrà definito un piano dettagliato di iniziative di mobilitazione , puntando a raccogliere il massimo di unità e compattezza della categoria.

I progetti di regionalizzazione del sistema di istruzione , contro cui nelle scorse settimane sono scesi  in campo sindacati e associazioni , di diversa ispirazione, uniti nel rivendicare la salvaguardia del carattere unitario e nazionale del sistema scolastico , come risorsa posta a garanzia del pieno esercizio dei diritti di cittadinanza indicati nella Costituzione.

C’è un’ emergenza salariale che si trascina da tempo . L e scelte fatte con la Legge di stabilità per il 2019 negano ad oggi  la possibilità di compiere , col rinnovo del contratto , un passo significativo in direzione di un riallineamento alla media europea : smentiti , ancora una volta , impegni e promesse, che non hanno alcuna credibilità se non trovano riscontro in precise e concrete scelte di investimento.

Si aggrava l’emergenza precariato . Il ricorso ai contratti di lavoro a tempo determinato non si è affatto ridotto negli ultimi anni , nonostante ripetuti interventi legislativi in materia di reclutamento. Occorrono soluzioni che consentano da subito la stabilizzazione dei rapporti precari sia nell’ area del personale docente che del personale ATA.

Altra emergenza riguarda il personale ATA ,costretto a carichi di lavoro crescenti e sempre più gravosi, con organici inadeguati e ricorso abnorme a contratti a termine .

 



Condividi!

Facebook