In piazza PER l’AMBIENTE : non c’e’ un pianeta B !

 

Di fronte ad un ministro che , ad essere indulgenti, possiamo dire evasivo rispetto alla giustissima protesta pacifica in difesa dell’ambiente da parte degli studenti ( sono 1693 le città del mondo di cui 180 quelle in Italia , nelle quali ci saranno ,  nella giornata di oggi , le manifestazioni ) cresce la disobbedienza civile . Bussetti , infatti , martedì scorso, aveva detto , di sfuggita :”Si va regolarmente a scuola “.

Noi,insegnanti e personale della scuola , non possiamo che essere contenti di questa sensibilità e operatività dei giovani e siamo  partecipi .

Ci fa piacere che , in nome della tanto declamata autonomia scolastica ,  alcuni dirigenti abbiano emanato circolari in cui considerano questo venerdì 15,  giorno di assenza giustificata .

Sappiamo che molti docenti ,anche se non scenderanno in piazza , hanno gia’ affrontato e affronteranno l’ urgenza della battaglia contro il cambiamento climatico , durante le lezioni .

L’ effetto “green” va dalle primarie alle università .All’ Aquila ,e non a caso , tra le tante dimostrazioni di partecipazione vogliamo indicare questa città  , la rettrice dell’ Università e i ricercatori del Cetemps ,previsori di eventi estremi , saranno presenti  alla manifestazione .

 

 

 



Condividi!

Facebook