Abolizione chiamata diretta, secondo la senatrice Bianca Laura Granato non verrà convertita in legge


La crisi del governo Conte sta provocando diversi effetti sulla scuola. Oltre allo stop al decreto sui precari – e al mancato rinnovo contrattuale a tre cifre c’è pure un effetto a cui pochi avevano pensato. Ce lo racconta la senatrice Bianca Laura Granato, in un commento che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook: uno dei provvedimenti più attesi sulla scuola, l’abolizione della chiamata diretta e degli ambiti territoriali, non completerà il suo iter parlamentare.

In fondo al post trovate il suo post su Facebook (che vi alleghiamo senza per questo condividere quanto afferma la senatrice).

 

Gettare un Paese nel caos a metà agosto per capitalizzare il frutto di una campagna elettorale permanente quanto becera e cialtrona, basata per il 90% sul frutto del lavoro del Movimento 5 Stelle e per il 10% su provvedimenti insignificanti e di facciata targati Lega, ci fa capire quanto Salvini sia mai stato uomo di Stato .

D’altronde lo si intuiva da quanto aveva frequentato le sedi istituzionali, mentre noi lavoravamo..

Certo, noi del Movimento 5 Stelle ci siamo liberati di un peso sullo stomaco e solo per senso di responsabilità verso il Paese abbiamo forse peccato di ingenuità accettando quei compromessi indispensabili a consentirci di fare interventi fondamentali per i cittadini : lotta alla povertà e alla corruzione, battaglie che abbiamo portato avanti DA SOLI nelle aule parlamentari!

Purtroppo votando il Sicurezza bis sulla fiducia abbiamo fornito un assist a destra e sinistra per alimentare la solita contrapposizione di facciata, è vero! Ma avevamo altra scelta?
La “sinistra” e Leu non hanno votato con noi nulla: dal dignità allo spazzacorrotti, al 416 ter, dal reddito di cittadinanza all’abolizione della chiamata diretta e degli ambiti territoriali, che ora purtroppo non farà il passaggio definitivo alla Camera (era tutto studiato?).

La situazione sembrava sotto controllo: ci sarebbero stati due ministri nostri e il presidente del consiglio a mettere il freno alle cavolate di Salvini sul sicurezza bis. Invece colpo di scena! Salvini bara e getta la maschera! Ha il risultato in tasca (almeno crede lui) e deve far lavorare in estate i senatori per portarselo a casa subito 😂! Vedremo se ha fatto bene i conti! Il tempo è galantuomo.

Ieri ho sentito sprazzi del suo discorso delirante di Pescara, un discorso che neanche l’uomo della strada fa quando è brillo e si mette a chiacchierare del più e del meno…

Se devo essere sincera sono sollevata per una serie di porcate della Lega su cui questa vicenda ha definitivamente interrotto ogni possibile trattativa con noi, tipo l’autonomia differenziata.

Adesso spetta agli Italiani decidere di che morte vogliono morire, almeno non abbiamo più noi la responsabilità di fare da argine interno a questo fenomeno da baraccone!



Condividi!

Facebook