Ponte Morandi, contributo agli abbonamenti pagati dagli studenti

L’Usr della Liguria ha pubblicato una nota in cui spiega a quali studenti spetterà il rimborso del 65% del costo dell’abbonamento annuale a treno ed altri mezzi pubblici.

Potranno accedere a questa agevolazione gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (o frequentanti un percorso di istruzione e formazione professionale) residenti nei comuni di Urbe, Tiglieto, Rossiglione, Campoligure, Masone, Mele, Ceranesi, Campomorone, Mignanego, Serra Riccò, Sant’Olcese, Casella, Montoggio, Savignone, Valbrevenna, Crocefieschi, Vobbia, Isola del Cantone, Ronco Scrivia, Busalla o che si trovano a Genova nelle zone contrassegnate dai seguenti codici di avviamento postale: 16149, 16151, 16152, 16159, 16161, 16162, 16163 16164.

Per ottenere lo sconto sugli abbonamenti, gli studenti devono attraversare la zona interessata dal crollo del Ponte Morandi, o utilizzare una linea di trasporto che ha subito modifiche di percorso e/o limitazioni rispetto alla situazione prima del 14 agosto 2018, o ancora usufruire – nello scorso anno scolastico – del servizio di navette gratuito S1, S2, S3, S4 e S6.

Per ottenere tale agevolazione si potrà acquistare l’abbonamento presso uno qualsiasi degli sportelli fisici o virtuali di AMT, ATP o Trenitalia. Una copia dell’abbonamento dovrà poi essere consegnata alla segreteria della propria scuola, insieme alla domanda di rimborso (il modulo si trova nelle scuole).

Il Miur, dopo aver valutato la sussistenza dei requisiti, provvederà ad erogare le somme spettanti alle scuole o agli enti di formazione, che a loro volta dovranno provvedere a rimborsare le famiglie (secondo modalità che le stesse avranno comunicato nella richiesta di rimborso.



Condividi!

Facebook